Il badminton è uno sport che consiste nel colpire con una speciale racchetta un proiettile leggero di forma conica aperta, detto volano, per fargli superare la rete alta 1,55 m posta a metà campo e mandarlo nella metà campo opposta. Si gioca su campo rettangolare in singolo o doppio maschile o femminile, oppure doppio misto. Le competizioni agonistiche internazionali vengono praticate al coperto, mentre ci sono anche tornei estivi di beach-badminton, che si svolgono in spiaggia.

Questo sport ha origini molto antiche, che si fanno risalire al 3000 A.C. Si pensa che sia stato portato in Europa da ufficiali inglesi e porti il nome del castello Badminton House, in cui fu giocato per la prima volta, perfezionato poi nella omonima contea inglese.

È uno dei più veloci sport di racchetta, con scambi rapidi e mosse spettacolari, per cui sono richiesti agilità e riflessi.

Il badminton si pratica a livello agonistico anche in Italia, possiamo vantare diversi campioni.

Abbiamo parlato con Stefano Griguolo, responsabile dell’Ufficio Stampa di FIBa, la Federazione che rappresenta questo sport, per saperne di più.

 

La Federazione Italiana Badminton – FIBa è un’associazione senza fini di lucro con personalità giuridica di diritto privato. Fondata nel 1985 e diventata Federazione Sportiva Nazionale  –  FSN riconosciuta dal CONI nel 2000. È affiliata alla Badminton World Federation (B.W.F.) ed alla Badminton Europe (B.E.) di cui riconosce, accetta ed applica i regolamenti e dalle quali è riconosciuta unica rappresentante del Badminton in Italia.

La FIBa ha per scopi:

  1. la promozione, lo sviluppo, l’organizzazione e la regolamentazione del Badminton in Italia in tutte le sue forme e manifestazioni nel territorio nazionale, con particolare riferimento all’attività giovanile, anche al fine di garantire l’integrazione sociale e culturale degli individui e delle comunità residenti sul territorio;
  2. la tutela della salute degli atleti, la prevenzione e la repressione dell’uso di sostanze o di metodi che alterano le naturali prestazioni fisiche degli atleti nelle attività agonistico-sportive, anche al fine di garantire il regolare svolgimento delle gare, delle competizioni e dei campionati, nell’ambito di quanto previsto dalle norme sportive antidoping del CONI, alle quali la FIBa aderisce incondizionatamente;
  3. la lotta contro l’esclusione, le diseguaglianze, il razzismo, la xenofobia ed ogni forma di violenza, sia fisica sia verbale e di corruzione;
  4. lo sviluppo dell’attività agonistica finalizzata all’attività internazionale ed alla partecipazione alle Olimpiadi, nell’ambito delle direttive impartite dalla B.W.F., dalla B.E. e dal CONI;
  5. la gestione di attività e di servizi connessi e strumentali all’organizzazione e al finanziamento del Badminton.

Il riconoscimento istituzionale ottenuto dal Comitato Italiano Paralimpico conferma l’impegno nella divulgazione del Badminton anche per persone disabili (Para-Badminton) secondo criteri volti ad assicurare il diritto di partecipazione all’attività sportiva in condizioni di uguaglianza e pari opportunità.

 

Come usate i social a livello di Federazione?

Facebook  è il social usato per fare arrivare i propri contenuti ad un pubblico ampio e variegato. Inoltre tramite il live streaming utilizziamo il social anche per lo streaming degli eventi.

Twitter  è il canale per una comunicazione privilegiata, per gli Stakeholders e per le aziende che collaborano con la Federazione.

Instagram si focalizza su una comunicazione privilegiata con i più giovani, attraverso l’utilizzo di post e stories.

Youtube è usato per la realizzazione di contenuti dedicati ma soprattutto piattaforma utilizzata per streaming degli eventi.

Tutti i nostri atleti posseggono un profilo Instagram, alcuni di loro hanno un profilo Facebook, nessuno ha un profilo Twitter. I profili Instagram sono privati ma comunque veniamo taggati nei loro contenuti che riguardano il Badminton e ai nostri atleti piace ripostare le nostre stories o i nostri post. Su Facebook qualche atleta possiede un profilo “business” con contenuti dedicati al Badminton. In linea di massima la maggioranza di loro condivide i contenuti della Federazione.

 

Eventi di successo o progetti che vi hanno visto coinvolti per i cui i social sono stati importanti?

Sempre più importante risultano i social per promuovere i contenuti federali soprattutto durante i grandi eventi nazionali e gli eventi internazionali. Grande successo nelle varie edizioni hanno avuto le dirette Facebook e lo streaming su Youtube che hanno permesso di diffondere l’evento in tutto il mondo.

Sei uno sportivo e vuoi farti intervistare? Scrivici -> info@mydigitalsport.com