TRIATHLON: MARCELLO UGAZIO

Il triathlon è uno sport individuale o a squadre, che prevede 3 discipline: il famoso mix swim-bike-run.

Specialità olimpica dal 2000 sia femminile che maschile, si divide in categorie differenti a seconda delle distanze da percorrere.

La categoria più breve si chiama Supersprint e prevede 400 metri di nuoto, 10 kilometri di bicicletta, 2,5 kilometri di corsa. Quella più lunga invece, chiamata Ironman, prevede 3.800 metri di nuoto, 180 kilometri di ciclismo e 42,195 kilometri di corsa.

Tra questi due estremi ci sono altre 7 categorie, tra cui quella che pratica il nostro protagonista di oggi. Conosciamo insieme Marcello Ugazio.

Ciao a tutti, mi chiamo Marcello Ugazio. Ho 23 anni e sono un triathleta professionista dal 2017.

Il triathlon è nato nel 1977 alle Hawaii, dove si cercava di capire quale fosse la disciplina più dura tra il nuoto, la bici o la maratona. Venne così l’idea di percorrerle tutte insieme una dopo l’ altra e nacque così il triathlon nella sua distanza sovrana, che è l’ Ironman.

Per me lo sport – e il triathlon in particolare – è prima di tutto una grande passione che ho fin da quando ero bambino.

Proprio da allora inizia il lungo percorso che mi ha portato a gareggiare ad alti livelli fino a diventare campione mondiale U23 di triathlon cross nel 2018.

Il mio più grande successo è stato vincere il titolo di campione Italiano assoluto di triathlon Olimpico sempre nel 2018,  in cui si percorrono prima 1.500 metri di nuoto, poi 40 kilometri in bicicletta su strada e infine 10 kilometri di corsa. Si tratta della stessa distanza che si disputa alle Olimpiadi.

La mia giornata tipo? Prevede un allenamento la mattina di corsa, seguito da un altro in bicicletta su strada o mountain bike, quindi pausa, poi sessione di stretching, nuoto e forza in palestra.

Adoro soprattutto fare dei lunghi giri in bicicletta in salita, come anche fare corse in montagna.

Praticare triathlon ad alti livelli è molto impegnativo perchè a fine giornata sei sempre stanco, ma la cosa più bella è gareggiare e ritrovare gli amici che condividono con te gioie e dolori.

Quest’anno per me è stato particolarmente duro perchè ho avuto un grave infortunio alla caviglia che non mi ha permesso di praticare sport per molti mesi. Proprio in questa occasione mi sono reso conto dell’importanza dei canali social.

Ho infatti avuto sempre il calore dei miei follower, che mi hanno sostenuto anche nei momenti più difficili. Anche gli sponsor hanno investito comunque su di me, perchè potevano avere visibilità grazie al mio continuo impegno.

Sono presente su Facebook, Instagram dove mi diverto raccontando le mie storie di vita quotidiana e Twitter.

Inoltre ho un sito personale in cui racconto le mie gare: http://marcellougazio.com/

Il mio progetto più grande? E’ in fase di costruzione: vivere di sport per lo sport!

 

Sei uno sportivo e vuoi farti intervistare? Scrivici -> info@mydigitalsport.com